Alessandro d'Audino

Alessandro d'Audino

Relatore per Mindsblowing

SANIFICAZIONE

Ormai la riapertura è imminente. Sappiamo che dal 4 maggio è partito un processo di graduale riapertura. Ora una procedura obbligatoria per la prevenzione del propagarsi del contagio da coronavirus è quella della sanificazione ambientale.Ma che significa disinfezione/sanificazione ambientale?E qual’è il metodo più efficace?

Cerchiamo di rispondere a tali domande nell’articolo che segue.

Zygmunt Bauman disse “Chiamiamo pulizia la rimozione di ciò che è indesiderabile, il ristabilimento dell’ordine. Pulizia significa ordine.”

Sanificazione e disinfezione ambientale : quali le differenze?

Vi è spesso un uso inappropriato dei termini sanificazione e disinfezione. Per chiarezza citiamo direttamente art.1 del D.M. 274/1997, facente capo alle L 82/94, che fornisce le seguenti definizioni:

  • Le attività di pulizia sono quelle che riguardano il complesso di procedimenti e operazioni atti a rimuovere polveri, materiale non desiderato o sporcizia da superfici, oggetti, ambienti confinati ed aree di pertinenza;
  • Invece le attività di disinfezione: sono quelle che riguardano il complesso dei procedimenti e operazioni atti A rendere sani determinati ambienti confinati e aree di pertinenza mediante la distruzione o inattivazione di microrganismi patogeni;
  • Infine le attività di sanificazione sono quelle che riguardano il complesso di procedimenti e operazioni atti a rendere sani determinati ambienti mediante l’attività di pulizia e/o di disinfezione e/o di disinfestazione ovvero mediante il controllo e il miglioramento delle condizioni del microclima per quanto riguarda la temperatura, l’umidità e la ventilazione ovvero per quanto riguarda l’illuminazione e il rumore.

Per avere maggiori informazioni ti preghiamo di leggere attentamente al link qui sotto:

Sanificazione ambientale e coronavirus: quali le procedure

Esistono vari processi di sanificazione tra i quali è importante citare:

  1. Ozonizzazione;
  2. Fotocatalisi;
  3. Ionizazzione;
  4. Tinteggiatura con vernici fotocatalitiche o rivestimento con ceramiche fotocatalitiche;

Ne approfondiamo una in particolare : l’Ozonizzazione, ovvero la sanificazione con ozono (O3). Quest’ultimo è infatti una forma allotropica dell’ossigeno.La sua struttura chimica può essere rappresentata da un ibrido di risonanza fra due formule limite possibili.È un gas instabile (gassoso, a 20 °C ha un tempo di dimezzamento di tre giorni, in soluzione acquosa di 20 minuti), e allo stato liquido è esplosivo.

Ha un odore agliaceo pungente caratteristico – lo stesso che accompagna talvolta i temporali, dovuto proprio all’ozono prodotto dalle scariche elettriche dei fulmini; il suo nome deriva dal verbo greco ὄζειν, “puzzare” – ed è fortemente irritante per le mucose. È un energico ossidante  e per gli esseri viventi è altamente velenoso.

Vantaggi e svantaggi dell’ozonizzazione contro coronavirus

Vantaggi:

  • L’ozono è un forte agente ossidante, capace di reagire con sostanze organiche dotate di doppio legame (insature) e questa sua caratteristica è stata prontamente utilizzata in molti processi di trattamento acqua ed aria. 
  • Il suo effetto battericida, fungicida e inattivante dei virus è noto da lungo tempo.
  • L’effetto ossidante è in stretta relazione con la tendenza dell’ozono alla decomposizione verso la forma O2 con liberazione di ossigeno atomico.
  • L’ozono in confronto al cloro è 25 volte più efficiente nell’abbattere i coliformi e rispettivamente 40 volte, 4 volte e 10 volte più efficiente nei riguardi di spore, virus e parassiti.

Svantaggi :

  1. Pericolosità di tale procedura: A temperatura ambiente l’ozono è un gas incolore, di odore acuto e penetrante. La soglia di percettibilità olfattiva per l’uomo è a concentrazioni tra 0.02 e 0.05 ppm (parti per milione), pari a circa 1/20 della soglia di concentrazione definita sicura per un tempo di esposizione di 15 minuti ed a circa 1⁄4 della soglia di esposizione definita sicura negli ambienti di lavoro.
  2. L’ozono deve sempre essere prodotto sul luogo di utilizzo, non potendo essere conservato allo stato gassoso che per brevissimi periodi.
  3. La potenza ossidante che è il fattore chiave del gas d’ozono, può danneggiare molti materiali, come la plastica molto economica, fogli e guarnizioni di gomma e caucciù.

Per una lettura più approfondita su tutte le controindicazioni e applicazioni dell’Ozonizzazione visita il link di seguito :

Alla luce di quanto sopra esposto, operativamente si procede come segue:

  • Evacuazione dell’ambiente dal personale;
  • Saturazione con forti concentrazioni di O3.
  • Un tempo prima di ri-occupare gli stessi.

Disinfezione ambientale e coronavirus: quali le procedure

Tenendo conto delle informazioni ad oggi raccolte sulla sopravvivenza del Coronavirus nell’ambiente esterno governo, sindacati e imprese hanno firmato un protocollo a tutela della salute dei lavoratori dal possibile contagio da COVID19. Infatti in tale documento si delineano regole per garantire la disinfezione dell’ambiente lavorativo.
Il protocollo integrato il 24 aprile è visitabile al link qui sotto:

Per disinfezione intendiamo procedura effettuata con solo quei prodotti disinfettanti autorizzati dal MS e dal ISS. Questi devono riportare in etichetta il numero di registrazione.

Quindi si consiglia, previa pulizia con acqua e detergente a pH neutro:

  • Per la disinfezione delle superfici dure, in accordo alle Linee guide ECDC e OMS, l’uso di ipoclorito di sodio allo 0,1%;
  • Per le superfici da sottoporre a trattamento disinfettante le quali potrebbero essere danneggiate dall’ipoclorito di sodio, in alternativa, può essere utilizzato etanolo (alcol etilico) al 70%, v/v.

Bibliografia:

http://www.trovanorme.salute.gov.it/norme/dettaglioAtto?id=73916&articolo=16

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioContenutiNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=5383&area=nuovoCoronavirus&menu=vuoto

https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/pdf/rapporto-covid-19-5-2020.pdf

https://www.sanixair.com/sanificazione-ambientale.html

http://www.governo.it/sites/new.governo.it/files/DPCM_20200426.pdf

https://www.cooplar.com/blog/pulizia-e-sanificazione/118-pulizia-disinfezione-e-sanificazione-sono-la-stessa-cosa.html

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/1997/08/13/097G0306/sg

https://it.wikipedia.org/wiki/Ozono

http://www.mtsalutebenessere.it/j/images/Ozono_compendio_generale.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *